Gazpacho Andaluso alle Verdure

Il termine spagnolo gazpacho indica una zuppa fredda a base di verdure crude. Ne esistono tantissime versioni di gazpacho andaluso in cui cambiano gli ingredienti ma il concetto resta lo stesso, per un gazpacho originale bisogna utilizzare tutto a crudo.

Concetto direi perfetto per l’estate! Si spazia dalla verdura alla frutta o anche a una combinazione delle due: nella preparazione del gazpacho si può veramente dare libero sfogo alla fantasia per gli abbinamenti.

L’origine di questa salsa sembra risalga addirittura ai greci che la usavano come alimento per i loro soldati in quanto ricca di vitamine, rinfrescante e tonificante. In seguito si diffuse nel sud della Spagna, in particolare in Andalusia, diventando tipico cibo dei contadini che, per ovvi motivi, avevano gli ingredienti giusti a portata di mano! Le donne pestavano pazientemente pomodori, peperoni verdi, aglio, cetrioli e avanzi di pane nel mortaio e amalgamavano il tutto con olio, aceto e acqua.

Con il gazpacho sia servito come aperitivo (con l’aggiunta di cubetti di ghiaccio),  come antipasto o piatto principale l’effetto rinfrescante è immediato. Fondamentale per il ricco sapore la scelta dei pomodori che devono essere sodi ma ben maturi

GAZPACHO RICETTA

Cosa ti occorre:

(dose per 2 persone)

  • 300 g di pomodori (io ho usato i piccadilly)
  • cetriolo 1
  • peperone verde 1
  • cipollotto di Tropea 1
  • 1/2 spicchio di aglio (se vi piace potete anche metterlo intero)
  • 2 fette di pane senza crosta
  • 1 dl di olio EVO
  • 1/2 dl di aceto
  • 1 peperoncino piccante piccolo
  • acqua fredda qb
  • sale qb

Gazpacho salsa: come si fa

  1. Metti il pane spezzettato in una scodella e versaci sopra l’aceto
  2. Taglia a pezzettini tutte le verdure e uniscile al pane aggiungendo anche metà dose di olio e un pizzico di sale
  3. Metti la scodella con il composto in frigo a riposare per qualche ora (io l’ho tenuta per 3 ore). In questo modo, grazie all’effetto dell’aceto e del sale, le verdure si ammorbidiscono molto rilasciando un po’ della loro acqua di vegetazione.
  4. Frulla il tutto versando a filo il rimanente olio e acqua ben fredda (la quantità dell’acqua dipende dalla consistenza che si preferisce avere)
  5. Metti in frigo per almeno un’altra mezz’ora e servi la zuppa con sopra dadidi di verdura fresca.

Nota: Se decidete di servire il gazpacho come aperitivo vi consiglio di passare la zuppa al setaccio e aggiungere qualche cubetto di ghiaccio.

Ti potrebbe interessare anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *