“Mani in pasta” alla Pizzeria l’Altro Impero di Verona

barattoli

Questa mattina, insieme a Alessandro Gerbino del blog “Che Zuppa” e a Lara Rigo di igers.verona  e del blog Nascecrescerompe siamo stati invitati a festeggiare il primo compleanno del lievito madre della Pizzeria l’Altro Impero di Piazza dei Signori a Verona.

Siamo stati accolti dal titolare Michael Cortelletti che ci ha subito coinvolto con il suo entusiasmo raccontandoci la storia del suo lievito madre, ingrediente fondamentale delle squisite e digeribilissime pizze  de L’Altro Impero.

 

Nato grazie agli zuccheri di una purea di mele di Zevio, piccolo centro della provincia di Verona, estratta a freddo, il lievito madre è ora conservato in  bella vista in artistici contenitori di ceramica di Grottaglie che lo proteggono dalla luce.

Dopo aver indossato i nostri grembiuli, i due esperti pizzaioli Marcello e Diego, ci hanno dimostrato come maneggiare e stendere l’impasto.

PicMonkey Collage3

A questo punto il “campo di lavoro” era tutto nostro! Avevamo a disposizione un piatto ciascuno con una scelta di ingredienti e con un pizzico di fantasia dovevamo creare la “nostra” pizza.

Maneggiare l’impasto è stata per me una sensazione che, ammetto, non avevo mai provato con gli impasti con cui mi sono dilettata a casa. Un impasto docile e dalla consistenza perfetta!

Ho scelto per la farcitura una base di pomodoro su cui ho disposto, proprio vicino al cornicione, dei pomodorini ciliegini alternati a olive nere. Nel centro ho messo un pezzettino di mozzarella di bufala avvolto in prosciutto cotto, a raggiera funghi porcini alternati a rotolini di cotto e bufala. A crudo un bel ciuffo di profumato basilico.

PicMonkey Collage

E’ stato simpatico constatare che i gesti degli esperti pizzaioli che spesso ci troviamo ad osservare e che sembrano estremamente semplici non lo sono affatto! Avete mai provato a metttere una pizza farcita sulla pala? E a girarla mentre cuoce in forno? Vi assicuro che non è così scontatamente semplice… E ci sono voluti un po’ di tentativi prima di trovare quel tocco deciso e veloce che fa si che la pizza magicamente si “accomodi” sulla pala!

E’ stata una grande una grande soddisfazione l’apprezzamento finale della giuria verso la mia pizza che si è guadagnata nientedimeno che il primo posto!

giuria

Non posso che consigliare ai veronesi, e a chi si trovasse nella nostra città di passaggio di fare un salto ad assaggiare questa pizza che troverete particolarmente saporita non solo per il gusto della pasta ma anche degli ingredienti di altissima qualità, di produzione biologica,  provenienti da fornitori selezionati sulla base della loro trentennale professionalità.

Una pizza estremamente digeribile, con una perfetta alveatura, croccante al punto giusto e che di sicuro non vi farà passare la notte a bere come può capitare con impasti lievitati troppo in fretta!

noi 3