Fish&Chef 2015 – Spaghetti con trota, borragine e pesto di aglio orsino

  • 038

In una normalissima giornata lavorativa succede che ti arriva una telefonata e la pausa pranzo assume inaspettatamente sapori e profumi da giorno di festa.

Due giorni fa, ho infatti avuto il piacere di passare la mia “pausa pranzo” alla gustosissima anteprima dell’evento Fish&Chef che si terrà dal 22 al 29 Aprile sulle rive del Lago di Garda, a due passi da dove abito.

Fish & Chef,  che oggi fa confrontare le più brillanti stelle della cucina italiana, nella più grande celebrazione del pesce di lago mai organizzata nel nostro paese è arrivata quest’anno alla sua sesta edizione.

Nata da un’idea di Leandro Luppi, eclettico proprietario e chef del ristorante stellato Vecchia Malcesine, la kermesse vede ora insieme ben sette chef stellati più 15 top chef del Garda.

PicMonkey Collage2

Una grande e bellissima novità di questa edizione è “Cuochi del lago & Prodotti d’Eccellenza“, un vero evento nell’evento. Infatti dal 22 al 29 Aprile si potrà assistere a un’intera settimana di show cooking sulle sponde della bellissima cittadina di Garda. Sul sito di Fish&Chef troverete il dettaglio del calendario. Oltre a assaporare i piatti creati con il pesce di lago si potranno anche degustare i vini delle cantine di Custoza e altre eccellenze del territorio.

Qui un assaggio visivo dei piatti che ci hanno preparato oggi Leandro Luppi del Ristorante Vecchia Malcesine, Simone Lugoboni del Ristorante Oste Scuro che ci ha ospitato, e Andrea Costantini del Ristorante il Patio Hotel Regina Adelide.

Nell’ordine gli chef ci hanno deliziato con:

  • Tartara di Garronese Veneta e caviale di Salmerino
  • Carbonara di lago
  • Trota, asparagi e bottarga
  • Frutta olio e spezie

La carbonara di lago era eccellente! Purtroppo non sono riuscita a chiedere il segreto di quella cremina che vedete nella foto, ma indagherò…

PicMonkey Collage

I piatti erano abbinati ai vini  Custoza che Costantino Gabardi insieme a Luciano Piona, presidente del consorzio Vini del Custoza,  e ai produttori ci hanno dettagliatamente raccontato.
PicMonkey Collage3

Questo pranzo mi ha fatto venir voglia di preparare un piatto un po’ primaverile usando un pesce di acqua dolce.

Complice il mio giro al banchetto di Chiara dei 100Orti di Vicenza – grazie a Elisa del blog Il fior di cappero, che me lo ha fatto conoscere!- dove ho trovato le prime erbe spontanee della stagione, ho deciso di preparare questa ricetta in cui ho abbinato la trota salmonata alla borragine e a un pesto di aglio orsino.

La borragine, che comunemente si trova ai bordi delle strade o vicino ai muretti,  è caratterizzata da una fitta peluria che ricopre le foglie e da maggio a settembre di bellissimi fiori azzurri.  Ha un sapore fresco che ricorda leggermente quello del cetriolo e della mela. E buonissima nelle frittate!

L’aglio orsino ha le foglie strette e lunghe,  lucide e di un bel verde intenso. Cresce spontaneo nei luoghi ombreggiati e umidi, spesso lo si trova infatti nei boschi vicino a piccoli corsi d’acqua. Il sapore ricorda tantissimo l’aglio ma decisamente più delicato. Viene chiamato così  perchè sembra che gli orsi, al risveglio dal letargo, ne mangino una gran quantità per riprendere energia, o forse solo per depurarsi, viste le proprietà disintossicanti di cui quest’erba gode.

Il mio piatto, ovviamente non paragonabile a quelli assaggiati all’Oste Scuro, mi ha veramente stupito. La delicatezza della trota si combinava alla perfezione alla nota fresca della borragine e contrastava perfettamente con quello più intenso del pesto. Io l’ho trovato veramente gustosissimo! Assolutamente da rifare!

PicMonkey Collage

026

Cosa ti occorre:

dose per 2 persone:

  • 140 g di spaghetti
  •  1 filetto di trota salmonata cotta per 3/4 minuti al vapore
  • 50 g di borragine
  • 1 cucchiaio di olio
  • pepe macinato al momento
  • sale qb

per il pesto:

  • 15 foglie di aglio orsino
  • 4 gherigli di noci
  • 1 cucchiaio di semi di girasole
  • 1 cucchiaio di semi di sesamo
  • olio EVO qb
  • 1 pizzico di sale

Come si fa:

Fai sbollentare per circa 3/4 minuti le foglie di borragine, scolale e immergile subito in acqua e ghiaccio. Scolale di nuovo e asciuga l’umidità con un foglio di carta da cucina. Sminuzzale e falle insaporire per un paio di minuti in padella con l’olio caldo, regola di sale.

Per il pesto metti tutti gli ingredienti nel mixer e aggiungi a filo olio fino a quando non ottieni una bella consistenza cremosa.

Cuoci gli spaghetti secondo il tempo indicato sulla confezione e spadellali velocemente con la borragine e il filetto di trota tagliato a pezzettini. Aggiungi abbondante pepe nero.

Servi con un cucchiaio di pesto di aglio orsino (io ne ho messi due perchè era buonissimo!).